Unione Montana Spettabile Reggenza dei Sette Comuni (VI)

Malghe del comune di Asiago

MALGHE DEL COMUNE DI ASIAGO
 
MALGA Servizio ristorazione Produzione/vendita
PORTA MANAZZO
CAMPOMEZZAVIA . .
DOSSO DI SOTTO  
MOSCHE OVEST  
ZEBIO  
PORTULE    
PORTULE PASTORILE    
ZEBIO PASTORILE    
GALMARARETTA    
COSTALUNGA "A"    
COSTALUNGA "B"    
MOSCHE EST    
VAL FORBICE    
VAL BELLA    
MELAGON    
CAMPOCOSTALUNGA    

 

MALGA CAMPOCOSTALUNGA

Malga Campocostalunga si colloca a 1320 metri di quota. Possiede un contorno frastagliato i cui pascoli, che presentano variazioni altitudinali modeste, si addentrano nel ceduo di faggio, dalla cui sommità si gode un bel panorama di Asiago, Gallio e Foza.                                                         I pascoli sono costituiti da pascoli pingui e da pascoli più magri nelle fasce perimetrali a contatto con il bosco.

  • Superfice pascolata: 25 ha
  • Edifici: casara, porcilaia, stallone e deposito latte
  • Accessibilità: anche con camion
  • Attività: pascolo e mungitura
  • Carico attuale e bestiame: 43 U.B.A.,bovini
  • Altri valori: In inverno questi pascoli vengono utilizzati come piste di discesa del comprensorio Eckar-Valbella. Anche in questa zone, come in molte altre dell’Altopiano, si posso notare molto facilmente i segni lasciati dalla Prima Guerra Mondiale, come trincee, postazioni e crateri formati dallo scoppio delle bombe.



MALGA COSTALUNGA A

Malga Costalunga A si colloca a 1120 m di quota e confina con malga Costalunga B che può essere considerata sua gemella. Entrambe confinano con i prati e i pascoli degli agricoltori della contrada Bertigo, per metà posta nel Comune di Asiago e per metà nel comune di Gallio.
La superficie pascolata di 33 ha presenta variazioni altitudinali modeste, è molto produttiva perché di bassa quota e concimata con il letame delle vicine stalle.
Tutto intorno si estendono boschi cedui di faggio, mentre nei pendii si sviluppano le piste di sci alpino del comprensorio di Cima Eckar.

  • Superficie pascolata: 33 ha
  • Edifici: casara, porcilaia, stallone, deposito latte
  • Accessibilità: anche con camion
  • Attività: pascolo e mungitura
  • Carico attuale e bestiame: 60 U.B.A., bovini
 
 
MALGA COSTALUNGA B:
 
Malga Costalunga B si trova a 1120 m di quota. I pascoli presentano variazioni altitudinali modeste, ma le porzioni più alte sono meno utilizzate. E’ costituito da pascoli pingui, localmente deteriorato e invaso da infestanti nella parte inferiore e da pascoli magri nella zona superiore.
  • Superficie pascolata: 28 ha
  • Edifici: casara, porcilaia, stallone, deposito latte
  • Accessibilità: anche con camion
  • Attività: pascolo e mungitura
  • Carico attuale e bestiame: 50 UBA, bovini
  • Gestione: pascolo guidato


Foto malga Costalunga A:

Costalunga A


 

MALGA MOSCHE EST

Malga Mosche est si colloca a 1070 m di quota e risulta divisa dalla vicina malga Mosche Ovest dalla strada provinciale della Fratellanza che permette di raggiungere Bassano.
Questa malga è di piccole dimensioni ma ben strutturata in quanto si trova vicino a una strada asfaltata (è quindi facilmente raggiungibile con qualsiasi tipologia di mezzo) di elevata percorrenza, è dotata di acqua corrente, di luce e possiede pascoli pianeggianti per l’estensione di 11 ha.
Il pascolo è costituito da pascoli pingui e da pascoli più magri nelle fasce perimetrali. Negli anni ’90 il pascolo è stato interessato da interventi di contenimento dell’abete rosso e di recupero di superficie ai confini con il bosco.
La zona nord è stata scorporata in seguito alla realizzazione dell’impianto di termovalorizzazione.

  • Superficie pascolata: 11 ha
  • Edifici: casara, porcilaia, stallone, deposito latte
  • Accessibilità: anche con camion
  • Attività: pascolo e mungitura
  • Carico attuale e bestiame: 25 U.B.A., bovini
  • Altri valori: localizzazione strategica su strada ad elevata percorrenza
 

MALGA MOSCHE OVEST
Malga Mosche si trova ad una quota di circa 1070 m di quota. Pascoli risultano pianeggianti e omogenei. Questa malga è di piccole dimensioni ma ben strutturata, si trova vicina ad una strada asfaltata, è dotata di acqua corrente e di luce e infine ha pascoli pianeggianti. I pascoli sono pingui localmente invasi dalla Deschampsia ceaspitosae, specie erbacea molto infestante, e sono circondati da boschi di abete rosso e faggio. In una porzione recintata del pascolo di Malga Mosche Ovest si trova quello che una volta era il Vivaio forestale dell’Altopiano che procurava postime da impianto per i rimboschimenti del primo dopoguerra.
  • Superficie pascolata: 19 ha
  • Edifici: casa, caseificio, porcilaia, stallone, deposito latte
  • Accessibilità: anche con camion
  • Attività: pascolo, caseificazione e mungitura
  • Carico attuale e bestiame: 34 UBA, bovini
  • Gestione: pascolo guidato
  • Altri valori: localizzazione strategica su strada ad elevata percorrenza

 

Foto malga Mosche Ovest:

 

Mosche Ovest


 

MALGA VAL FORBICE

La malga è posta sulla sommità del Monte Eckar, si estende a Nord-Ovest, compenetrando nel bosco di faggio, trattato a ceduo con fasce di pascolo poste su dorsali. Si trova ad una quota di circa 1320 m.
Il pascolo è costituito da pascoli pingui, localmente invasi da Deschampsia ceaspitoseae o da vegetazione nitrofila, e da pascoli più magri nelle fasce perimetrali a contatto con il bosco. All’interno del pascolo si possono trovare esemplari sparsi e nuclei di faggio.

  • Superficie pascolata: 37 ha
  • Edifici: casara, caseificio (predisposto ma non in uso), porcilaia, stallone, deposito latte
  • Accessibilità: anche con camion
  • Attività: pascolo e mungitura
  • Carico attuale e bestiame: 41 UBA, bovini (solo capi asciutti)
  • Gestione: pascolo guidato
  • Altri valori: proprio nella cima del Monte Eckar si trovano le cupole dei telescopi dell’Osservatorio Astrofisico dell’Università di Padova.

 

MALGA CAMPOMEZZAVIA

Malga Campomezzavia si colloca a 1030 m di quota. Il pascolo presenta variazioni altitudinali modeste ed è costituito da pascoli pingui e da pascoli più magri nelle fasce perimetrali. Al confine con il bosco è quasi ovunque presente una fascia a nocciolo, in fase di espansione sul pascolo. Le superfici pascolive presenti al margine risultano completamente boscate e sono percorse dagli animali lungo le stradine e sentieri in aree fresche e ricche di sottobosco.

  • Superficie pascolata: 38 ha
  • Edifici: casara, caseificio, porcilaia, stallone e deposito latte
  • Accessibilità: anche con camion
  • Attività: pascolo, caseificazione e mungitura.
  • Carico attuale e bestiame: 57 U.B.A., bovini
  • Altre possibilità: predisposto uso per ristorazione agrituristica

 

Campomezzavia

 


MALGA VALBELLA

Malga Val Bella si colloca a 1340 m di quota, sul versante Sud- Est del Monte Eckar, su dossi arrotondati di facile percorribilità. Al limite, verso Est, aumenta la pendenza del pendio. In quest’ultima area sono presenti alcune cave dove si estrae un pregiato rosso ammonitico.
La malga è circondata da boschi di faggio trattato come ceduo a sterzo e non lontano dalla casara si possono notare isolati faggi di monumentali dimensioni. Il pascolo della malga è costituito da pascoli pingui, localmente invasi da vegetazione nitrofila, e da pascoli più magri nelle fasce perimetrali a contatto con il bosco.

  • Superficie pascolata: 20 ha
  • Edifici: casara, porcilaia, stallone, deposito latte
  • Accessibilità: anche con camion
  • Attività: pascolo e mungitura
  • Carico attuale e bestiame: 38 U.B.A., bovini
  • Gestione: pascolo guidato

 

MALGA GALMARARETTA

Malga attraversata nella sua lunghezza dalla strada che risale la Val di Galmarara e che porta alla parte più settentrionale dell’Altopiano dove si trovano le cime più alte. Si trova ad una quota di quasi 1490 m. Comprende anche la superficie pascoliva della zona del Cimitero militare Mosciagh. I versanti sono caratterizzati da un’elevata pendenza e per questo si notano i caratteristici “sentieramenti” fatti dagli animali che si portano al pascolo. Il pascolo è costituito prevalentemente da formazioni pingui.
I margini della particella della malga sono caratterizzati da un mosaico di pascolo e bosco, costituito per la maggior parte da neoformazioni di abete rosso.

  • Superficie pascolata: 36 ha
  • Edifici: casara, caseificio (predisposto), porcilaia, stallone, deposito latte
  • Accessibilità: anche con camion
  • Attività: pascolo, mungitura
  • Carico attuale e bestiame: 36 UBA, bovini (da carne)
  • Gestione: pascolo guidato

 

Galmararetta

 

 

MALGA ZEBIO

Malga Zebio occupa l’ampia conca centrale delimitata dai modesti rilievi di Crocetta, Scalabron e Zebio. Si trova ad una quota di circa 1670 m. Il pascolo è costituito prevalentemente da formazioni magre, ad elevata rocciosità affiorante, con lembi di pascolo pingue solo nella zona centrale, in prossimità dei fabbricati. Alcune parti di pascolo sono prevalentemente boscate o in parte occupate da conformazioni rade di Pino mugo. Si snodano entro un range compreso tra i 1500 e 1800 metri in un ambiente a morfologia molto tormentata a causa dei trascorsi bellici eclatanti (esplosioni).

  • Superficie pascolata: 214 ha, di cui al massimo 100 vocati al pascolo bovino
  • Edifici: casara, caseificio, porcilaia, stallone, deposito latte
  • Accessibilità: con vettura, ma non con camion
  • Attività: pascolo, mungitura e caseificazione
  • Carico attuale e bestiame: 115 UBA totali (75+40), bovini (circa 70% da latte e 30% asciutte)
  • Gestione: pascolo semi-brado
  • Altri valori: sito di grande interesse storico. La zona della malga è stata teatro di numerose e sanguinose battaglie durante la Prima Guerra Mondiale. Per non dimenticare quel periodo e i caduti, nei pressi della malga passa il Sentiero della Pace e nel museo-didattico all’aperto alcune ricostruzioni e fotografie dell’epoca ricordano gli uomini che qui si sono sacrificati. Sono ancora visibili e visitabili le trincee usate dai soldati Italiani e dai soldati Austriaci.

 

Zebio

 

 

MALGA ZEBIO PASTORILE

La malga è localizzata a Nord del centro di Asiago ad una quota di circa 1710 m. È raggiungibile percorrendo una strada che sale per Val Giardini, nei pressi dell’aeroporto. La superficie della malga è un mosaico di pascolo e bosco. Il pascolo è costituito prevalentemente da formazioni magre, ad elevata rocciosità affiorante, con poco pascolo pingue.                                                 
Questi luoghi sono famosi per le battaglie della Prima Guerra Mondiale, infatti si vedono ancora i resti di edifici, depositi e trincee. Nei pressi della casara si trova anche un monumento a ricordo di due recuperanti che li persero la vita.

 

Zebio pastorile

 

 

MALGA PORTULE (EX VACCARILE)

Malga Portule pastorile si colloca a 1730 m di quota. I pascoli si snodano entro un range spingendosi dai 2000 m circa ai 1250 m circa. Risulta prevalentemente boscato e per la maggior parte occupato da formazioni rade di mugo, entro cui si apre una serie di radure pascolabili fortemente discontinue. I pascoli pingui nel fondovalle sotto la malga Portule manifestano una presenza limitata di Deshampsia ceaspitoseae.

  • Superficie pascolata: 110 ha, di cui circa 60-70 destinabili al pascolo bovino
  • Edifici: casara, porcilaia (inagibili)
  • Accessibilità: con camion fino a Basasenocio; oltre con mezzo fuoristrada 4WD
  • Attività: pascolo
  • Carico attuale e bestiame: 65 UBA, costituiti da ovini
  • Gestione: pascolo semi-brado
  • Altri valori: valore scenico delle praterie cacuminali a cui la malga potrebbe essere raccordata da itinerari ad anello


 

MALGA PORTULE PASTORILE

Malga Portule Pastorile è posta a 1800 m di quota, per questo considerata la più “alta” di tutto l’Altopiano. I suoi pascoli si estendono nella Valle del Trentin, fino alla bocchetta che si affaccia in Val di Sella, con un bellissimo panorama sulla Catena del Lagorai e sulle Dolomiti. Sono costituiti da formazioni magre che si snodano entro un ampio range altitudinale, spingendosi fino a 2300 m di quota e interessano anche zone che risultano per la maggior parte impercorribili a causa della giacitura tormentata, della rocciosità e della massiccia diffusione di pino mugo, sebbene attraversate da una serie di radure pascolabili che si aprono negli ampi crinali erbosi dell’orizzonte alpino.
La conduzione è unificata all’adiacente Malga Portule (ex vaccarile) e da alcuni anni è caricata con ovini.
L’unico fabbricato è la Casara Trentin, recentemente ristrutturata.
Nei pressi di Malga Pastorile sono presenti dei resti del sito di Campo Gallina, sede del Comando austroungarico.

  • Superficie pascolata: 370 ha complessivi, considerando anche le superfici percorribili da pascolo estensivo negli improduttivi tra mughete e zone rocciose.
  • Edifici: casara
  • Accessibilità: con mezzo fuoristrada
  • Attività: pascolo
  • Carico attuale e bestiame: 80 U.B.A., costituiti da ovini
  • Gestione: pascolo semi-brado
  • Altri valori: valore scenico delle praterie cacuminali a cui la malga potrebbe essere raccordata da itinerari ad anello


 

MALGA PORTA MANAZZO

Malga Porta Manazzo è posta ad una quota di 1740 m e possiede pascolo costituito principalmente da pascoli pingui, con presenza di lembi di nardeto nelle zone più pendenti e acidificate. Il pascolo è interamente perimetrato con chiudende ad eccezione del crinale superiore al confine con la Provincia di Trento, che presenta un confine naturale invalicabile.
Nel 2000 la zona settentrionale (circa 18 ha) è stata disaccoppiata dalla Malga Porta Manazzo e accorpata ai pascoli di Malga Dosso di Sotto.
Le casare della malga non sono molto distanti dalla sella di Porta Manazzo che si affaccia sulla trentina Val di Sella.
I pascoli di questa malga sono compresi nel SIC/ZPS Altopiano dei Sette Comuni.

  • Superficie pascolata: 73 ha
  • Edifici: casara, caseificio, porcilaia, stallone, deposito latte
  • Accessibilità: anche con camion
  • Attività: pascolo, mungitura, caseificazione e ristorazione agrituristica
  • Carico attuale e bestiame: 95 U.B.A., bovini (circa 70% da latte e 30% asciutte)
  • Altri valori: valore scenico paesaggistico per ampiezza di paesaggio, facile accessibilità


 

MALGA MELAGON:

Malga Melagon si colloca a 1160 m di quota. Il pascolo è costituito da pascoli pingui e anche da pascoli più magri. All’interno sono presenti gruppi sparsi di faggio.

  • Superficie pascolata: 46 ha
  • Edifici: casara, porcilaia, stallone, deposito latte
  • Accessibilità: anche con camion
  • Attività: pascolo e mungitura
  • Carico attuale e bestiame: 84 UBA, bovini
  • Gestione: pascolo guidato
  • Altri valori: il paesaggio della zona è tormentato dalla visione di molte cave dove si estrae soprattutto un calcare di colore rosso, ricco di fossili. Il marmo pregiato estratto venne utilizzato nella costruzione e negli ornamenti di chiese e palazzi veneziani, nel duomo e nel palazzo comunale di Asiago. La superficie del pascolo viene ridotta sempre di più da questi scavi.


 

MALGA DOSSO DI SOTTO

È una malga situata a un’altitudine di 1650 m particolarmente ricercata dai malghesi per la qualità dei suoi pascoli e delle sue strutture. La superficie pascolata è di circa 90 ha ed è costituita principalmente da pascoli pingui, con presenza di nardeto nelle zone più pendenti e acidificate che presentano variazioni altitudinali modeste. Il pascolo è interamente perimetrato con chiudende. Nel 2000 la zona settentrionale (circa 18 ha) è stata disaccorpata da Malga Porta Manazzo e accorpata ai pascoli di Malga Dosso di Sotto.
All’interno del pascolo è presente il fabbricato della ex Malga Dosso di Sopra, attualmente utilizzato come rifugio-bivacco per gruppi e associazioni.
I pascoli di questa malga sono compresi nel SIC/ ZPS Altopiano dei Sette Comuni.

  • Superficie pascolata: 90 ha
  • Edifici: casara, caseificio, porcilaia, stallone, deposito latte
  • Accessibilità: anche con camion
  • Carico attuale e bestiame: 120 U.B.A., bovini (circa 70 % da latte e 30 % asciutte)
  • Altri valori: valore scenico paesaggistico per ampiezza paesaggio, facile accessibilità